Terry’s hair routine

 

IMG_3163 copia

C’è una regola implicita che riguarda quasi tutte noi donne quando si parla di capelli. La regola per la quale non riusciamo mai ad essere totalmente soddisfatte della chioma che madre natura ci ha dato, per cui se siamo ricce vorremmo avere i capelli lisci e lucenti, se siamo more vorremmo essere biondissime. Sarà per questo che l’argomento capelli rientra spesso in molte conversazioni tra amiche. Nel pieno di una crisi esistenziale cambiare taglio di capelli è il primo segnale  di svolta, il modo in cui ci illudiamo di cambiare vita e non ripetere gli stessi errori. Sono un segno distintivo, un rituale, per alcune di noi un modo per concludere la giornata in totale relax per altre un modo per iniziarla in piena energia. Il nostro beauty confidential” questa volta non poteva avere argomento più coinvolgente e femminile e non è altro che una continuazione delle conversazioni telefoniche con mamme, zie, amiche.
Dal momento che Terry e Lit condividono molte cose ma non lo stesso tipo di capelli (e qui si fa a gara su chi è più scontenta dei propri) vi parleremo in momenti diversi delle nostre personali storie e routine.
Protagonista di oggi sono io, Terry, che sui capelli ne avrei tante da raccontare. Da bimba mora con le trecce e la frangia sono arrivata alle soglie dell’adolescenza con capelli indomabili e ribelli – alla Hermione Granger per darvi un’idea. Il problema più grande in estate, quando credevo molto ingenuamente di poter avere i capelli lisci e perfetti in un solo colpo di phon. E’ stato il momento in cui ho provato di tutto: creme e shampoo miracolosi, metodi della nonna, tagli strategici per poi semplicemente arrendermi ed accettare che non sarebbero mai stati lisci e pronti in due secondi ma che semplicemente necessitavano di cure diverse. Perché se c’è un’altra regola che riguarda tutte noi è comprendersi, accettarsi e valorizzare i tratti unici che si hanno. Così ho scoperto la mia routine che difficilmente abbandono se non per le mani più esperte del mio parrucchiere.
Il segreto delle routine più efficaci è che sono fatte di piccoli step, pochi prodotti e strumenti facili da usare. Così da ragazzina con i capelli crespi ed indomabili, capaci di attirare qualche battuta di troppo dai compagni alle scuole medie, sono riuscita a diventare una fiera ‘’testimonial’’ del look rilassato ad onde da cui non mi separo quasi mai.
IMG_3072 copia
  1. Dopo avere lavato e tamponato i capelli vaporizzo un balsamo con olio di argan e pantenolo che aiuta a districare i capelli, lascia un ottimo profumo e inoltre è un prodotto vegano e con ingredienti totalmente naturali. Pettino con la mitica Tangle Teezer della quale da qualche anno non riesco a fare a meno perché è l’unica che mi permette di liberarmi di tutti i nodi senza alcuna fatica.
  2. Inizio a tamponare i capelli e li asciugo con phon e spazzola piatta, non soltanto perché, lo confesso, non sono in grado di usare le spazzole rotonde ma soprattutto perché ho scoperto il mio modo migliore e più semplice per avere una base liscia. Un altro consiglio è applicare un termoprotettore indispensabile soprattutto se si hanno capelli sottili e fragili.
  3. Una volta asciugati, i miei capelli sono lisci ma gonfi e informi quindi passo alla mia parte preferita e con il mio alleato, un semplicissimo ferro cilindrico, inizio a creare le mie onde. Divido i capelli in tre sezioni, prendo piccole ciocche e le avvolgo intorno al ferro, attendo dagli 8 ai 10 secondi e voilà. Adoro creare le onde con il ferro e lo consiglio sempre a tutte perché è uno strumento molto più versatile di quello che sembra. Avvolgendo con tecniche diverse i capelli, infatti, si possono ottenere diversi tipi di onde.
  4. Infine attendo sempre un po’ che si siano raffreddati prima di pettinarli con le mani e se necessario aggiungere qualche goccia di olio alle punte.

IMG_3078 copia

When it comes to hair there is an implicit rule according to which almost no woman on planet earth is completely  happy with the hair mother nature gave to her and end up complaining about curly hair because she wanted them straight  or blonde instead of brown. Come on we all do that. That is the reason why the hair topic is a regular issue in any conversation with our girl friends especially in the middle of an existential crisis is typical of us drama queens to announce a drastic look transformation as a solution to all the problems and the start of a new era a new you.
Are we wrong? The thing is that for a woman hair are something more, a unique feature and a ritual. Some love to do their hair in the evening to unwind,others prefer to do them in the morning to start off the day more energized. Our ”beauty confidential” this time couldn’t be devoted to a more engaging  topic and we consider this post just as a continuation of all the phone conversations we have with aunties, moms and friends. Since Terry and Lit share a lot of things but hair is not one of those ( and here starts the challenge to who is more unhappy with her own hair) we prefer to talk about our own hair story and routine in two different moments.
The star of the day it’s me Terry and I would have a lot of stories to tell about my hair. From a brunette little child with braids and a fringe I arrived at the threshold of adolescence with untamable frizzy hair à la  Hermione Granger to be precise. The worst moments? during summer when I though ,quite naively indeed, that I could  have blow dry my hair in two seconds just like  other straight hair girls. I have tried everything in that moment from miraculous creams and shampoos to different hair cuts just to found out that my hair would never been naturally straight. However I learnt a lesson and a second important rule, to accept and enhance my own features and not try to change them. Doing this I finally discovered my hair routine to which still today I religiously stick to. I think that the secret of a good and effective routine is simplicity, easy steps and few trusty products. So from a frizzy hair 12 years old I became the girl with soft effortless waves, my iconic look I can’t leave the house without.
  1. After a relaxing shower  on towel-dried hair I spray a treatment with argan oil and Panthenol  which help me to moisturize, detangle and prevent damages. I love this  leave-in conditioner because it is made of natural ingredients and leave on my hair a delicate scent. Now time to brush the hair with my trusty Tangle Teezer! I am using this hairbrush from two years now and it’s my absolute fave  because it’s the only one who help me detangle with no effort or getting hurt.
  2. Second step I start to blow dry my hair with a paddle brush to make them as straight as possible. An other advice is to spray a heat protector on wet hair, a real savior especially for thin and weak hair.
  3. Now my hair are dry and straight but still frizzy and shapeless, so I start my favourite part with my beloved allied a simple curling iron and I start to create my waves. In order to do that I sectioned my hair, take small piece from each section and wrap them around the barrel. Wait from 8 to 10 sec and voilà you got you curl. For a natural look you can also curl your hair in different directions. I always raccomend to use an iron because I find this tool easy to use, perfect to create different styles of waves just changing the way to wrap them. Clever!
  4. As last step when my hair are completely cool down I just run my hands through them  and add some drops of my fave oil.

IMG_3162IMG_3120 copiaIMG_3184 copia

xoxo

2 pensieri su “Terry’s hair routine

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...