Styling Chloe Faye bag

The Years of Cinema America

cinemaamericatrastevere

Chissà com’erano gli anni del Cinema America. Sicuramente come tutti gli anni, con i loro alti e bassi, con le loro rivoluzioni e novità, meglio del passato peggio del futuro. Ai nostri occhi erano anni affascinanti come è affascinante tutto ciò che è passato, antico, vintage, stiamo vivendo un vero revival in questo senso. Dagli anni 50 in poi è tutto un riscoprire, la parola vintage suscita sempre curiosità ed interesse, siamo una generazione che usa Instagram ma che vorrebbe tornare alle istantanee.
Trastevere dà sempre la sensazione di camminare in un film, di tante epoche diverse mescolate tra loro, le persone sembrano i personaggi che racchiudono una trama di storie fitta come i vicoli di questo rione. C’è un’anima in questo quartiere diversa da ogni altra. Noi andiamo spessissimo, di giorno per apprezzarne i colori, la sera per la magia delle luci sul Tevere e l’atmosfera che ti mette di buon umore.
Gennaio poi è un mese particolare, la città è stranamente vuota, i turisti sono pochi e noi abbiamo la possibilità di respirarla e apprezzarla molto di più. Anche Trastevere è stranamente più tranquillo, la settimana scorsa abbiamo approfittato di una giornata di sole per fare un passeggiata. Pochissima gente, alcuni studenti d’arte che immortalavano sulle loro tele Piazza S. Maria in Trastevere, i residenti che portavano a passeggio il cane e delle eccentriche signore che facevano commissioni. Non avevamo mai visto Trastevere così prima, un punto a favore di Gennaio! E’ proprio vero che una città non la si conosce mai del tutto finché non la si vive in tutte le stagioni. Resta che alcuni posti non smettono mai di stupirti.

We wonder how they had to be the years of Cinema America, like every other year probably, with their highs and lows, with revolutions and innovations, better than the past and worst than the future. To our eyes however they are fascinating years, like everything that is old or vintage can be, we are living a real revival in this sense. From the ’50 onward it is a rediscovery, we are the generation that uses Instagram but wishes to take polaroids instead.
Trastevere gives you the illusion of walking in a movie, through different ages mixed together, people look like characters of this film, a net of stories and lives as intricate as this borough’s alleys. There is a soul here different from any other. We love to go there in the morning to soak up all that colors and at night for the magic of lights reflected in the river and the atmosphere that make you feel lighter in some ways.
January is a strange month, Rome is weirdly empty, there are fewer tourists than usual therefore we have the chance to live the city better and appreciate it more. Even Trastevere is unusually quiet, last week we went there for a walk in the first sunny day after some stormy ones. Few people in the streets, some residents walking the dogs, art students painting in the square and eccentric ladies running errands. We never had the chance to experience Trastevere like that before. Thanks January! It is true that you can’t say to know a city until you experience the change of the seasons and some places never stop to amaze you.

Styling Chloe Faye bagboho chic in trastevereboho chic in trasteverestreet style trasteverewhen in rome trasteverewhen in rome trastevere postwhereinrometrastevereboho cstreet style trasteveretrasteverestreet style trasteveresignature

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...