Munich Travel Diary

Il primo weekend di dicembre abbiamo deciso di regalarci del tempo. Come una sorpresa nel calendario dell’Avvento. Perché le settimane prima di Natale sono sempre frenetiche, perché è l’ultimo mese dell’anno, ci sentiamo affaticate e dovevamo riprendere fiato prima degli ultimi impegni e scadenze del 2018. 

Questa volta non abbiamo viaggiato insieme, abbiamo trascorso del tempo com famiglia e amici, per questo il post sarà un breve diario di viaggio, una piccola collezione di scatti.

Mentre Lit esplorava Trento e Bolzano e assaggiava le loro deliziose specialità culinarie, io ho visitato Monaco di Baviera in compagnia di mia fratello. L’obiettivo principale dei nostri viaggi? Lo spirito natalizio, quello che si percepisce più forte tra i mercatini di Natale di città e paesi con l’animo invernale. 

A Monaco in questo periodo dell’anno il Natale è protagonista,  complice il profumo di zenzero e cannella che ci ha accolti appena usciti dal terminal dell’aereoporto, insieme alle spezie del vin brulè e alle mille lucine che brillano nelle lunghe notti di dicembre. 

Gli ingredienti di un weekend invernale ci sono tutti. Il freddo, fortunatamente non eccessivo, rende picevole camminare per i mercatini sparsi ad ogni angolo della città, tra turisti che acquistano cuori di Pan di zenzero e chiacchierano allegramente davanti ad una tazza di glühwein fumante. 

Tra presepi e splendide decorazioni per l’albero di Natale, oltre le magiche sfere di neve e gli splendidi schiaccianoci, i mercatini sono un vero paradiso per i foodies. Bretzel, bratwrust, strudel, mandorle caramellate, castagne e dolci, tanti dolci della tradizione. 

Ogni singolo elemeto contribuisce a creare quel clima di magia e di attesa, si percepisce nell’aria mentre un coro canta i classici accanto al grande albero di Natale a Marienplatz. 

La domenica abbiamo preso una pausa dalle attività prettamente natalizie per esplorare la città. Non si può andare in Baviera senza visitare almeno uno dei meravigliosi castelli. Quello di Nymphenburg regala quella dose di fiaba che di tanto in tanto rende la giornata speciale. All’arrivo abbiamo trascorso un po’ di tempo ad ammirare i cigni, così regali ed eleganti sotto la pioggia sottile, che mi hanno riportato a quando da bambina mi divertivo a ballare per casa sulle note del Lago dei Cigni. La sala delle feste con gli affreschi pastello, i preziosi lampadari e le enormi finestre che ti proiettano sul giardino è l’immagine più bella che conservo della visita. 

Monaco è ricca di attrazioni, arte e storia. Il modo che preferisco per esplorare una città è camminare tanto, perdermi per i quartieri meno turistici, osservare la gente per strada, scattare foto a tutto ciò che mi da ispirazione. Se volete vedere qualcosa di divertente allora dirigetevi verso l’Englischer Garten per vedere dei coraggiosi surfer di città sfidare l’onda dell’Eisbach. 

Assolutamente consigliata è una visita all’ Hofbräuhaus, la più famosa birreria di Monaco. Affollatissima ed estremamente turistica ma lo spirito di festa e l’allegria del posto, complice ovviamente i fiumi di birra e la musica bavarese, sono travolgenti, un’esperienza da non perdere!

Infine se non ne avete abbastanza di Natale e mercatini, state certi che ne troverete tanitissimi sparsi per la città. Ogni mercatino ha un tema diverso, uno stile che lo contraddistingue ma lo spirito di festa è quell’ingrediente immancabile che troverete ovunque.  

 

 Last weekend we both took some time off to go on a little adventure. We didn’t travel together this time, we went away with family and friends, although we didn’t want to miss the opportunity to update the blog with some travel inspo.

While Lit explored Trento and Bolzano trying all their wonderful food delicacies, I’ve been in Munich with my brother. The central theme of our trips was Christmas, more precisely Christmas Markets. Can you think of a better way to spend the first weekend of December?

Munich, this time of the year, is all about Christmas, the festive spirit spread all around the city which smells like ginger, cinnamon, and spices. The first thing I smelt going out of the airport was actually cinnamon from the markets in front of the terminal.

There is all you can imagine from a winter getaway, it was cold (although bearable), fairy lights twinkled in the streets crowded with locals and many tourists drinking glühwein and having a nice time with friends. Christmas markets moreover are heaven for food enthusiasts. There was a LOT of food, pretzel, bratwurst, pralines, strudel, and the list goes on and on. If you’re not much of a foodie still the Christmas markets have much to offer, you might find yourself buying some unique decorations, stunning snow globes, and nutcrackers. It is mainly about the spirit, the magic you feel in the air looking at the little lights of the giant Christmas tree in Marienplatz while a choir sings the traditional Christmas songs. 

On Sunday we paused from the Christmas activities and decided to explore Munich a little bit. It was a grey rainy day, the best weather to visit a castle, right? You can’t leave Bavaria without visiting a romantic castle. We didn’t have enough time to visit Neuschwanstein, however, Scholls Nymphenburg gave us the right amount of fairytale vibes too. Before entering the place we spend some time observing and photographing some beautiful swans, they are so regal and elegant, and as a kid, I used to dream to the strains of the Swan Lake, you can imagine I had my dose of fairytale for the week. The Great Hall is probably one of the parts I loved the most with gorgeous chandeliers, pastel colors frescoes and huge windows with a view on an endless garden.

We found out there are so many attractions to visit in Munich, a lot of art and history. My favorite way to explore a city is to walk in the neighborhood, observe the people, capture little corners with the camera. If we want to see something really fun, we recommend going to Eisbach, to watch some really brave guys surf in the ice cold river. Surfing around the Christmas tree must be the vibe at the moment!

Another thing you can’t really miss is to pay a visit to Hofbräuhaus, the most famous beer hall in Munich, the spirt in there is extremely cheerful and festive largely thanks to the giant glasses of beer and traditional Bavarian music playing, honestly never been somewhere similar before.

If you have not enough of Christmas markets, don’t worry you’ll find them in your way every now and then. Every market has a different vibe or theme, but that spirit of joy and glee is a key ingredient you’ll find everywhere you go. 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...